One shot one kill.


L'estivo 2009. Due giorni. Finito.
Stampe + schede tecniche in due lingue + varianti colore. Tutto.
Sono una macchina da guerra. Un fottutissimo velociraptor.

E questo lavoro mi piace sempre meno.
Se è destino che continui a farlo, allora punto Uniqlo.
Eccheccaz.


5 Say whaaaaat?|?:

ottokin ha detto...

eheheh :-) ha New York mi sarei comprato almeno 50 t-shirt diverse di Uniqlo, ma i maledetti nanin nipponici non fanno delle taglie decenti per noi umani oversize! Ne avevano di veramente spettacolari!
Ne ho prese solo un paio alla fine.

Spero che magari un giorno l'altro arriveranno anche in Italia!

A presto

ottokin ha detto...

magari HA andava senza H!

Thomas Magnum ha detto...

Eheh a chi lo dici, io sono impazzito nel loro flagshop di Shibuya. La serie su Tezuka era meravigliosa ma ho provato una XL e mi stava come un top da velina...
Io intanto gli mando il portfolio, almeno provo a sfornare grafiche per gente che stimo ;)

stefy ha detto...

Se poi riuscissi a portare Uniqlo in Italia (con gli stessi prezzi stracciati del Giappone) potresti diventare il mio idolo incontrastato!

Thomas Magnum ha detto...

@ Stefy: Benvenuta!
Ma non sei tu quella della "vita tra Italia & Giappone"? ^_^
Su Uniqlo, da voci so che non vanno alla grande neanche a Londra. Qui sarebbe ancora più dura!
Mi sa che devo accantonare l'idea di diventare il tuo idolo in tempi brevi...